venerdì 4 marzo 2011

Tempo sprecato

E poi d'improvviso questo vuoto,questa malinconia,riesumati da una canzone,una foto che però appartengono ad altri,non a me...è questo il vero problema. Io che ruolo ho in questo piccolo angolino di mondo?E soprattutto perchè non mi accingo ad andargli incontro?Lui è lì, immobile e velocissimo che mi attende da una vita,eppure io sto cercando con tutte le mie forze di costruire il mio tunnel,così perfetto,così perbene,così ambizioso! Lo voglio con tutta me stessa. Ma se io potessi scegliere di avere una seconda vita,non sarei forse una ballerina di strada promiscua,quasi nascosta sotto un sub-strato di figli dei fiori e il cui interesse principale è quello di godersi la vita e viaggiare?! Perchè questa realtà è così scarna e soffocante? Perchè ci sono anziani vestiti da ragazzi attorno a me?E se io facessi fuggire la mia giovinezza senza sfruttarla al massimo,non potrei forse pentirmene per il resto della mia vita? Potrei perfino invidiare i miei figli per la loro giovane età e non fare il mio dovere di madre! Sento che devo far qualcosa,ma so anche che non è il momento.E se non lo sarà mai? Se poi sarà troppo tardi? Questi dubbi mi assillano,e intanto vorrei essere dall'altra parte del mondo,a parlare spagnolo in mezzo alla gente in una giornata di sole. I doveri di domani mi sembrano così tristi che andrei a sognare per non svegliarmi più..ma intanto anche i sogni fanno male,perchè domani ti mettono di fronte alla realtà, e la giornata ti sembra più triste di prima. Vorrei che il mio desiderio fosse semplice da realizzare,come aprire una porta,e la metafora non è casuale..una porta sul mondo! La comunicazione sul web mi sembra talmente fittizia stasera che ho cercato di comunicare con me stessa,anche se fa male..le riflessioni a volte ti tagliano in 4 perchè ti mettono davanti ad uno specchio,uno specchio lucidato bene...porca miseria!! cos'è quell'ombra?? il topo!!!Anche lui approfitta del silenzio per venire fuori....

3 commenti:

Edoardo ha detto...

Quando ti convinci di aver sprecato tempo, quello è l'istante esatto in cui quel tempo non è più inutile come credevi.
Forse l'ho sempre saputo, ma mi sembra di averlo capito solo da poco.
Ora dacci dentro, però, ballerina. Non servono due vite, per poterne vivere una come si vuole.

VVma non W ha detto...

Grazie Edoardo..soprattutto di aver capito :)

Marco ha detto...

Benvenuta, VV... anche se sospetto che il topo abbia avuto un ruolo importante sulla tua ispirazione, condivido molto di quello che dici... la sensazione di avere attorno vecchi vestiti da ragazzi l'ho sempre avuta... è la stessa sensazione che mi portava ai miei giri notturni in macchina, prima, e alla fuga dall'altra parte del mondo, poi... non si parlava spagnolo, ma meglio così, visto che di spagnolo non so una mazza... vabbè, ora basta parlare, e beviamoci questo mojito ;)